HOME PAGE
posta
 

COME SCEGLIERE UN MICROSCOPIO

Il microscopio: osservare ingrandito

Almeno una volta tutti dovrebbero provare a guardare attraverso l'oculare di un microscopio ottico. Per osservare un minerale, un fossile, una moneta, un fiore, un microrganismo acquatico, una sezione vegetale, un tessuto. L'elenco, di ciò che è possibile guardare con un microscopio, è lungo. Spesso la fantasia viene in aiuto ed allora c'è chi osserva gli ingranaggi di un orologio, chi un fiocco di neve, chi i materiali che danno forma a un dipinto, chi un'ala di una farfalla, chi gli occhi di un insetto. Inoltre spesso il microscopio ottico serve per lavorare e in questo caso è uno strumento utilizzato da biologi, medici, odontotecnici, restauratori, meccanici, tecnici elettronici.


Ingrandimento
    L’ingrandimento è il numero, senza unità di misura, che indica la potenza del microscopio. Più alto è questo valore e maggiore sarà la capacità d’ingrandire del microscopio. Occorre subito evidenziare che l’ingrandimento non è l’unico parametro da prendere in considerazione nella scelta di un microscopio, non è possibile aumentare il valore dell’ingrandimento, oltre certi limiti, senza avere dei difetti nell’immagine ottenuta o non riuscire più a risolvere ciò che si sta osservando. Con il termine risolvere si intende vedere separate due linee molto vicine tra loro. La risoluzione di un microscopio dipenda dall'obbiettivo e dal tipo di illuminazione.

L'ingrandimento di un microscopio e dato dal prodotto della potenza dell'oculare per la potenza dell'obbiettivo.

Se un microscopio ha un oculare da 10x e in obbiettivo da 2x l'ingrandimento della strumento sarà 20x.

Un altro esempio: Oculare 10x Obbiettivo 4x ingrandimento dello strumento 40x.

Ecco alcune definizioni per conoscere meglio lo strumento:

Oculare: singolo oppure doppio è dove l'osservatore appoggia l'occhio o gli occhi per guardare l'oggetto da ingrandire.

Obbiettivo: E' il gruppo di lenti che si trova vicino all'oggetto da osservare. La qualità dell'immagine ottenuta dallo strumento dipende in larga misura dalla qualità del sistema ottico dell'obbiettivo.


Tanti modelli di microscopi
    Esistono molti differenti microscopi ottici poichè sono diversi gli utilizzi degli stessi.

Con un microscopio stereoscopico è possibile osservare minerali, fossili, schede elettroniche, fiori, componenti meccanici. Il microscopio stereoscopico è chiamato anche ingranditore, anche se questo termine non è proprio corretto. Con un microscopio stereoscopico si parte da pochi ingrandimento anche meno di 5x e si può arrivare, in base ai modelli, a 100 e oltre ingrandimenti. Il microscopio stereoscopico per i possibili utilizzi è il microscopio più versatile e utile. Gli oggetti osservati attraverso la coppia di oculari appaiono come visti nella realtà:si apprezza la profondità e tridimensionalità.


Con un microscopio biologico è possibile osservare microrganismi acquatici, sezioni vegetali, vetrini di materiale biologico sia in vivo che preparati. Il microscopio biologico va da 40x fino a 1000x. E' un microscopio più specifico e richiede maggiore competenza per l'utilizzo. Spesso chi deve acquistare un microscopio è attratto dagli elevati ingrandimenti e rischia di comprare uno strumento non adatto alle proprie esigenze. Occorre scegliere uno strumento in funzione a ciò che si deve osservare. Se il mio obbiettivo è di osservare dei microrganismi acquatici (copepodi, amebe, protozoi) oppure cellule vegetali o uno striscio di sangue o dei vetrini istologici allora il microscopio biologico è lo strumento giusto.

Con un microscopio portatile e possibile ispezionare ed osservare da pochi ingrandimento 10x fino a 100x. I microscopi portatili sono usati per osservare superfici piane come metalli, carta, tessuti. Hanno tutti un sistema d'illuminazione per poter osservare il campione in modo nitido. Alcuni modelli hanno delle scale graduate presenti sull'oculare ed è quindi possibile effettuare delle misurazioni molto precise. Ad esempio con un modello da 100x è possibile avere una scala con risoluzione 0,01 mm. Si tratta di un millimetro diviso in 100 parti.

lente ingrandimento con luce

microscopio microscopio
microscopio stereoscopico microscopio stereoscopico trinoculare microscopio biologico



microscopio microscopio microscopio
microscopio portatile con luce e misurazione microscopio portatile con luce microscopio portatile con luce


Quale microscopio per un bambino   
Esistono tanti modelli di microscopio e chi vuole acquistare un microscopio per un bambino può avere qualche difficoltà nella scelta dello strumento più adatto. Spesso si associa al termine microscopio il microscopio biologico. Questo microscopio è adatto ad osservare vetrini già preparati oppure da preparare. E' un microscopio che permette di osservare anche ad elevati ingrandimenti ma il suo utilizzo richiede alcune competenze. Se viene acquistato per osservare dei microrganismi acquatici il suo utilizzo potrà anche risultare semplice: una goccia d'acqua di uno stagno depositata su di un vetrino, poi coperta con un coprivetrino e pronti per osservare. Si parte dall'obbiettivo con minori ingrandimenti. Se invece si desidera osservare preparati biologici in vivo occorre maneggiare coloranti e seguire dei protocolli precisi. Un esempio, per osservare uno striscio di sangue non basta porre una goccia di sangue su di un vetrino. Occorre colorare la goccia con uno specifico colorante e seguire un protocollo ben definito.
Un microscopio che può essere usato in autonomia per osservare fiori, insetti, minerali e fossili è quello chiamato stereoscopico. E' un microscopio facile da usare e permette di osservare anche oggetti prodotti dall'uomo come monete, ingranaggi, tessuti. L'ideale è partire da un microscopio stereoscopico per accendere la curiosità per poi passare in seguito a un microscopio biologico.
                                                                                                                                                                                                                        
                                                                                                                                                                                                                                                          Qui è stata proposta solo una piccola introduzione riguardante il microscopio ottico, uno strumento che ha una storia antica. Se desiderate avere altre informazioni relative al microscopio ed al suo utilizzo potete contattarci.
 

CATALOGO GENERALE in pdf.